PAGINA DIVENTARE UN DONATORE

 

Dalgennaio 2015 entra in vigore il nuovo protocollo del CRS (Centro Regionale Sangue) per diventare un/una donatore /trice di sangue ed emocomponenti. Bisognerà anzitutto fare un piccolo prelievo per accertare l'idoneità della persona e, se idoneo, verrà richiamato in tempo che va dai 7 ai 30 giorni per iniziare a donare.

Per evitare lunghe attese potrai prenotare la tua donazione attraverso i nostri canali.

 

Scarica Position Paper Differita”

 

 

Sommario

 

IL PRELIEVO.. 1

PERCHE’ DONARE?. 3

CHI PUO' DONARE. 3

COSA SI PUO' DONARE?. 3

DOVE DONARE. 4

LA RETRIBUZIONE. 6

IL SANGUE. 7

 

 

 

 

 

IL PRELIEVO

 

E' necessario aver introdotto una sufficiente quantità di liquidi onde non essere disidratati. Prima del prelievo il donatore dovrà compilare un questionario anamnestico riguardo la storia clinica remota e recente dall'ultima donazione, o comunque gli ultimi 4 mesi, dopodiché viene sottoposto alla quantificazione dell'emoglobina tramite punzione di un dito della mano ed esame spettrofotometrico della goccia di sangue fuoriuscita.

 

Segue poi un colloquio con un medico della sezione con cui viene commentato il questionario, viene misurata la pressione arteriosa e controllato il cuore ed i polmoni, infine si può accedere alla sala prelievi.

 

Una donazione di sangue intero dura circa 15 minuti; una di plasma ne dura circa 45 ed una di piastrine poco più. La durata della donazione di plasma è maggiore di quella del sangue intero a causa del procedimento di estrazione del plasma dal sangue: la cannula (l'ago che viene inserito in vena) è collegata ad un separatore cellulare in cui una centrifuga separa la parte più liquida, il plasma appunto, dai globuli rossi. Tale macchina esegue normalmente tre cicli di prelievo- separazione-reinfusione; in ciascuno sono processati circa 450 ml di sangue. Il plasma viene immesso in una sacca, la restante parte processata (globuli rossi concentrati e il plasma non separato) viene reintrodotta nell'apparato circolatorio del donatore attraverso la stessa cannula. Per la donazione di plasma è incoraggiato lo stringere ritmicamente con la mano una pallina di gommapiuma per favorire il ritorno venoso garantendo un regolare funzionamento del separatore cellulare; è comunque presente un avviso sonoro quando il flusso di sangue si riduce sotto determinati valori.

 

Tramite una gestione con codici a barre, viene tracciata la singola donazione, identificando la sacca di sangue, l'apparecchio di emotrasfusione impiegato, il tesserino dell'operatore e del donatore.

In questo modo, è informatizzata la registrazione del gruppo sanguigno e della data di donazione, che permettono di controllare:

 

·         l'impiego di sangue di un gruppo compatibile col ricevente;

·         non oltre il tempo massimo utile per la conservazione delle sacche e la trasfusione;

·         il rispetto del tempo minimo di 3 mesi, previsto per legge, tra una donazione e la successiva;

·         la disponibilità in tempo reale di sangue presso ogni centro, per ottimizzare la raccolta e l'impiego in base alla domanda.


Al termine del processo, per compensare la parte liquida tolta, potrebbe essere infusa nel donatore della soluzione salina, ma nella pratica si consiglia semplicemente di bere dei liquidi. Non prelevando componenti cellulari, la donazione di plasma risulta di impatto praticamente nullo sull'efficienza fisica del donatore; può pertanto essere eseguita ad intervalli ridotti (anche soli 14 giorni) ed è particolarmente indicata a donne in età fertile, in quanto non riduce il contenuto di ferro del sangue.

 

La richiesta di questo emoderivato è molto maggiore rispetto al sangue intero poiché il suo campo di applicazione è molto vasto.

 

Le donazioni sono in genere indolori e prevedono un ristoro finale.

 

(fonte wikipedia

 

 

 

 

 

PERCHE’ DONARE?

Donare sangue e/o emocomponenti fa bene anzitutto al donatore in quanto riproduce cellule nuove poi cosa importante si possono guarire o addirittura salvare vite umane. Scarica qui il nostro opuscolo "PERCHÈ DONARE?" per maggiori informazioni.

 

 

 

 

CHI PUO' DONARE

 

·         età compresa fra i 18 e i 65 anni.

·         superiore a 65 anni autorizzatI dal medico responsabile la selezione

·         anche per un nuovo donatore di età superiore ai 60 anni.

·         peso non inferiore a 50 kg.

·         pressione arteriosa sistolica  tra 110 e 180 mmHg

·         pressione arteriosa diastolica tra 60 e 100 mmHg.

·         polso ritmico, regolare

·         pulsazioni comprese tra 50 e 100/min.

·         chi pratica allenamenti sportivi intensi può essere accettato anche con frequenza cardiaca inferiore.

·         gli uomini possono donare quattro volte l'anno con intervalli minimi di 90 giorni.

·         Le donne, in età fertile, due volte l'anno, anche loro con intervallo minimo di 90 giorni.(non possono donare da due giorni prima del ciclo mestruale fino al quinto giorno dopo la fine del ciclo stesso).

 

 

COSA SI PUO' DONARE?

 

Le donazioni possono essere di tipologie diverse:

 

·         Sangue intero;

·         Plasma (Plasmaferesi);

·         Piastrine (Piastrinoaferesi);

·         Donazione multipla di emocomponenti


 

Il limite massimo di sangue intero che è possibile donare in una sola volta è di 450 ml ±10% (si stima che il sangue rappresenti l'8-9% della massa corporea; 7-8 litri in una persona di circa 90 kg), mentre per il plasma la sacca raccoglie 600 ml.

 

 

 

DOVE  DONARE

 

 

L'ASSOCIAZIONE  GIDS  E'  RICONOSCIUTA IN  TUTTA LA REGIONE TOSCANA.

AIUTACI  A RENDERE  MIGLIORE  IL NOSTRO  SERVIZIO.  INVIACI UNA COPIA DEL CERTIFICATO  DELL'AVVENUTA DONAZIONE.

 

Note: Le donazioni di Plasma e multicomponent vengono effettuate soltanto su prenotazione

 

 

Simt Ospedale Del Ceppo Di Pistoia

 

Via Del Ceppo 1 - Pistoia

Tel 0573 352210 - Fax 0573 352213

 

 

St Ospedale Ss. Cosimo E Damiano Di Pescia

 

Via Cesare Battisti, 2 - Pescia

Tel 0572 460298 - 460381 - Fax 0572 478853

 

 

Simt Nuovo Ospedale Di Prato

 

Via Suor Niccolina Infermiera, 20 - Prato

Tel 0574 801389 - 801385  Fax: 0574 801390

 

 

 

LU

8.00

MA

8.00 -

ME

8.00

GI

8.00

VE

8.00

SA

8.00

DO

8.00  - 10.30

10.30

10.30

10.30

10.30

10.30

10.30

 

 

 

 

 

 

 

3^ domenica di ogni mese stesso orario - eccezione: mese di Luglio aperto la 1^ domenica - Agosto rimane chiuso la domenica

 

St Ospedale San Pietro Igneo Fucecchio

 

P.za Lavagnini, 1 - Fucecchio

Tel 0571 705030 - Fax 0571 705394

 

LU

7:30  

MA

7:30

ME

7:30

GI

7:30

VE

7:30

SA

7:30

DO

 

10.00

10.00

10.00

10.00

10.00

10.00

 

 

 

Simt Ospedale Careggi

 

Largo G.a Brambilla, 3 - Firenze Tel 055 411030 - Fax 055 7949248

 

LU

 8:00  

MA

8:00

ME

8:00

GI

8:00

VE

8:00

SA

8:00

DO

8:00

      

11.00

11.00

11.00

11.00

11.00   11.00    11.00

     

 

 

St Ospedale Serristori Di Figline V.no

 

Via Xxv Aprile, 10 - Figline Valdarno Tel 055 9508296 - Fax 055 952784

 

LU

 8:00  

MA

8:00

ME

8:00

GI

8:00

VE

8:00

SA

8:00

        DO

 

      

10.00

10.00

10.00

10.00

10.00   10.00   

     

 

Simt Ospedale San Giuseppe Empoli

 

Viale Boccaccio - Empoli

Tel 0571 706628 - Fax 0571 706635

 

 

LU

 8:00  

MA

8:00

ME

8:00

GI

8:00

VE

8:00

SA

8:00

DO

 

      

10.30

10.30

10.30

10.30

10.30   10.30   

     

 

St Ospedale Santa Verdiana Castelfiorentino

 

Viale Dei Mille, 1 - Castelfiorentino Tel 0571 705804 - Fax 0571 705878

 

 

LU

 8:00  

MA

8:00

ME

8:00

GI

8:00

VE

8:00

SA

8:00

DO

 

      

10.00

10.00

10.00

10.00

10.00   10.00   

     

 

St Ospedale Pediatrico Meyer

 

Viale Pieraccini, 29 - Firenze

Tel 055 56629448 - Fax 055 5662255

 

LU

 8:00  

MA

8:00

ME

8:00

GI

8:00

VE

8:00

SA

8:00

DO

 

      

10.30

10.30

10.30

10.30

10.30   10.30   

     

  

Simt Ospedale S. M. Annunziata

 

Via Dell' Antella, 58 - Bagno A Ripoli Tel 055 6936480 - Fax 055 643545

 

LU

 8:00  

MA

8:00

ME

8:00

GI

8:00

VE

8:00

SA

8:00

DO

8:00

      

10.00

10.00

10.00

10.00

10.00   10.00    10:00

     

 

 

 

 

 

 

Solo donazioni di sangue

 

 

St Ospedale Borgo San Lorenzo

 

Viale Della Resistenza - Borgo S. Lorenzo Tel 055 8451277 - Fax 055 8451276

 

LU

 8:00  

MA

8:00

ME

8:00

GI

8:00

VE

8:00

SA

8:00

DO

 

      

10.30

10.30

10.30

10.30

10.30   10.30   

     

 

 

 

Simt Ospedale San Giovanni Di Dio ( Torregalli)

 

Via Di Torregalli, 3 - Firenze

Tel 055 6932691 - 235 - 528 - Fax 055 7192513

 

 

LU

 8:00  

MA

8:00

ME

8:00

GI

8:00

VE

8:00

SA

8:00

DO

8:00

      

11.30

11.30

11.30

11.30

11.30   11.30  11:30 

     

 

        Dal mese di Novembre 2011 il mercoledi sarà aperto dalle ore 8 alle ore 18.

 

Sarà pertanto possibile donare anche su appuntamento sangue intero,

emocomponenti in

aferesi

 

 

LA RETRIBUZIONE

 

La legislazione italiana (Legge 21 ottobre 2005, n. 219 art.8)


 

 prevede

 

 

una giornata di riposo retribuita per chi ha effettuato una donazione. Tale norma, adottata anche da altre nazioni europee per incentivare maggiormente i potenziali donatori, è comunque di carattere precauzionale e viene normalmente disattesa dai donatori lavoratori autonomi, che dopo la donazione in genere effettuano una normale giornata di lavoro. Risulta però importante per chi svolge lavori pesanti, pericolosi o che richiedano particolare attenzione: conducenti di camion, aerei, treni, pompieri, quanti lavorano su impalcature, eccetera. Per quanto riguarda gli studenti, invece, l'assenza causata nella giornata della donazione è giustificata e, sotto presentazione di un certificato medico, le ore di assenza non vengono conteggiate

Il Senato, dopo la questione "LEGGE FORNERO", ha approvato nel 2013 in modo definitivo un decreto legge. Tale decreto definisce

 

 la giornata di assenza per donazione         

"PRESTAZIONE  EFFETTIVA DI LAVORO"

 

e viene estesa a tutti i dipendenti pubblici e privati. La giornata di riposo per donazione non é carico delle aziende ma a carico dello Stato Italiano.

 

IL SANGUE

 

I sui componenti costituiscono una risorsa indispensabile per l'erogazione delle più avanzate prestazioni della medicina moderna quali ad esempio i trapianti, l'assistenza oncologica, ed ematologica, la chirurgia del cuore, la terapia dei grandi traumatizzati.

Questa risorsa,  in quanto parte vitale del corpo umano,  non è

mercificabile e quindi non può che derivare dal dono volontario, periodico, gratuito, responsabile ed anonimo, ispirato ai valori della solidarietà di cui sono garanti istituzionali le Associazioni del Volontariato.

Il sangue è un fluido viscoso rosso che scorre dentro al nostro corpo Scorrono lungo tante vie più grandi e più piccole come una fitta rete di strade,

autostrade, viottoli e sentieri. Scorre spinto dal cuore e per mezzo di tanti canali in ogni piccola parte del nostro corpo attraverso canali grossi e piccoli quanto un capello, attraverso le vene e i vasi capillari; sono i "vasi sanguigni" che insieme al cuore forma il "sistema cardiovascolare"

Tu conosci il sangue


Magari lo hai visto quando ti pungesti o quando cadesti, magari conosci anche il sangue degli altri perché senti spesso parlare di fatti sanguinosi su riviste o in tv, ma non pensare sempre a fatti e/o episodi spiacevoli quando parli di sangue,

 

IL SANGUE E' TUO AMICO,  IL TUO MIGLIORE AMICO!

 

Tu hai tanti amici,  li chiami per nome, ci giochi insieme, ma il tuo sangue lo conosci appena, non ci parli, ne ci giochi

 

E' IL TUO MIGLIORE AMICO!

 

Giorno e notte il sangue scorre in ogni piccola parte del tuo corpo, lo nutre, allontana da lui le sostanze nocive, lo difende dai nemici e regola la temperatura del tuo corpo.

 

MA COS'E'  IL SANGUE? DA COS'E? COMPOSTO?

 

Una goccia di sangue sembra fatta solo di un liquido rosso un po' denso ma visto con un potente microscopio si scopre che essa è formato da diversi elementi ovvero

 

I GLOBULI ROSSI

 

I GLOBULI BIANCHI

 

LE PIASTRINE

 

IL PLASMA (costituito da acqua per il 90%, proteine 6-8% e da elettroliti 2-4%)

 

I globuli rossi servono a trasportare l'ossigeno dai polmoni alle cellule, elemento esso che fa da carburante per il corpo in quanto ci fa correre,  muovere e restare vivi, ma come ogni carburante esso brucia e

genera rifiuti che i globuli rossi trasporto dalle cellule ai polmoni eliminandolì sotto forma di"ANIDRIDE CARBONICA"

Il plasma raccolto viene immediatamente congelato e potrà essere conservato fino a 12 mesi. Da esso verranno estratte mediante frazionamento industriale albumina, immunoglobuline e fattori della coagulazione.

 

I globuli bianchi sono di vari tipi, depurano e proteggono il sangue da infezioni e/o malattie, molti attaccano i germi distruggendoli, alti fabbricato anticorpi utili per una buona difesa del corpo

 

Le piastrine sono gli elementi più piccoli del sangue ma molto importanti infatti esse servono a tamponare il sangue nel momento in cui ci si provoca una ferita solidificando il sangue stesso sulla ferita (COAGULAZIONE) e riparando i vasi sanguigni.


Il plasma è la parte acquosa del sangue elemento che trasporta i globuli rossi, i globuli bianchi, le piastrine in tutto il corpo, trasporta le sostanze nutritive e le vitamine utili per la crescita in più raccoglie le sostanze di rifiuto dalle cellule.

 

Il sangue non è uguale in tutti i corpi infatti esistono cinque (5) gruppi sanguigni gruppo A

gruppo B gruppo AB gruppo 0

se é presente una sostanza sulla membrana dei globuli rossi si determina il fattore" RH" che può essere

 

POSITIVO (se presente)

 

NEGATIVO  (se assente)

 

 

Ora sai cos'è e come è formato il sangue

 

Ci sono molte persone, molti bambini tra queste che hanno il sangue malato,  non possono giocare, ne muoversi come noi, non possono condurre una vita sana e felice ne vivere in serenità.

Noi possiamo aiutarli.

 

TUTTE LE CURE PASSANO DAL SANGUE

 

Pensateci e non abbandoniamoli.

Non abbiate paura e andiamo tutti a donare.

 

 

Nel Sangue...La Vita

    Nei Bambini...Il Futuro